Inguaribile.

Quando una malattia viene diagnosticata, poniamo immediatamente la domanda: “È grave?” Quanto più deve essere posta questa domanda sulla „malattia spirituale, cioè il peccato”. Ammettiamo facilmente che siamo dei “peccatori”, forse perché non sappiamo cosa significhi. Magari pensiamo solo all’imperfetta natura umana o cerchiamo di nasconderci dietro al detto: “Fanno tutti così!” Però con questa spiegazione evitiamo la vera domanda: Quant’è preoccupante il nostro stato? La Bibbia ci informa a riguardo.

Lektion6 FrauLa Bibbia dice che il nostro cuore è malvagio.

Questo non significa che non siamo buoni a nulla. Però la Bibbia afferma che il peccato ha invaso ogni parte dell’essere umano: i nostri pensieri, i nostri sentimenti, la nostra volontà, la nostra coscienza, la nostra indole e la nostra fantasia. Il cuore è ingannevole più di ogni altra cosa e insanabilmente maligno; chi potrà onoscerlo? (Geremia 17,9)  Il problema di base non è quello che avremmo fatto qui o là e quindi poter chiedere scusa. Il problema è in effetti quello che siamo. Noi, essere umani, pecchiamo ripetutamente, perchè siamo sedotti dalla nostra stessa natura. Perché è dal di dentro, dal cuore degli uomini, che escono cattivi pensieri, fornicazioni, furti, omicidi, adultèri, cupidigie, malvagità, frode, lascivia, sguardo maligno, calunnia, superbia, stoltezza. (Marco 7,21-22)

Negli occhi di Dio qualsiasi peccato è terribile.

Facciamo attenzione perché in questi versetti vengono elencati pensieri, parole ed azioni da tutti gli ambiti della vita. A volte restringiamo il nostro concetto di peccato al reato di omicidio, oppure di rapina. La Bibbia non ci dà questo diritto di limitare la comprensione riguardo al peccato. Tutto ciò che non corrisponde alla norma di Dio è peccato. Tutte le cose imperfette che diciamo, che facciamo o che pensiamo sono peccati. E di per sé: Chi può dire: «Ho purificato il mio cuore, sono puro dal mio peccato»? (Proverbi 20,9)  Tu?

Il peccato è ribellione contro il governo di Dio e le sue leggi.

Chiunque commette il peccato trasgredisce la legge: il peccato è la violazione della legge. (1. Giovanni 3,4)  Nessuna legge ci costringe a mentire, a truffare, ad avere pensieri cattivi o a commettere qualsiasi altro peccato. Questa è una tua scelta. Quindi se non osserviamo i suoi comandamenti e li disprezziamo consapevolmente, Dio non chiuderà un occhio. Dio è un giusto giudice. (Psalm 7,11)  Dio non ignora mai il peccato. Possiamo essere certi che nessun peccato rimarrà impunito. In parte ci raggiunge già adesso il castigo di Dio. Però il giudizio finale avverrà dopo la morte nel giorno del giudizio. Quindi ciascuno di noi renderà conto di se stesso a Dio. (Romani 14,12)

Puoi scaricarti le 12 lezioni in formato PDF senza nessun costo.

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok