Qual’é la più grande catastrofe che noi uomini abbiamo sperimentato?

Tanti titoli suoi quotidiani, nei telegiornali e radiogiornali, ci ricordano che il mondo sta andando a rotoli. All’ordine del giorno vediamo tanta violenza, ingiustizia e i tanti errori che la società denuncia, però prima di giudicare gli altri, dovremmo informarci sulle vere cause. La Bibbia dice: Perciò, come per mezzo di un solo uomo il peccato è entrato nel mondo, e per mezzo del peccato la morte, e così la morte è passata su tutti gli uomini, perché tutti hanno peccato. (Romani 5,12)

L’unica restrizione di Dio.

I nostri antenati, i primi uomini (Adamo ed Eva), vivevano in libertà. Mangia pure da ogni albero del giardino, ma dell’albero della conoscenza del bene e del male non ne mangiare; perché nel giorno che tu ne mangerai, certamente morirai. (Genesi 2,16-17)  Così Dio volle mettere alla prova la nostra fiducia nei suoi confronti e quindi dimostrarci degni della libertà ricevuta. Ma il Diavolo sedusse Eva a non avere fiducia delle parole di Dio e quindi a operare contro la volontà di Dio. La donna osservò che l’albero era buono per nutrirsi, che era bello da vedere e che l’albero era desiderabile per acquistare conoscenza; prese del frutto, ne mangiò e ne diede anche a suo marito, che era con lei, ed egli ne mangiò. (Genesi 3,6)

A questo punto "entra il peccato nel mondo".

Attraverso questa consapevole disobbedienza, Adamo ed Eva si sono separati da Dio. Ad un tratto si stabilì un muro fra Dio e l’uomo. Invece di amare Dio, hanno adesso paura di Lui. Poi udirono la voce di Dio il Signore, il quale camminava nel giardino sul far della sera; e l’uomo e sua moglie si nascosero dalla presenza di Dio il Signore fra gli alberi del giardino. (Genesi 3,8)  Invece di vivere al sicuro, contenti e felici, sono assaliti dalla paura a causa della loro colpa.

Lektion5 WaldDi conseguenza succede la separazione.

Dio ha detto che l’allontanamento da Lui avviene subito dopo essere stati disobbedienti e così è avvenuto. Così, in questo terribile momento, siamo stati separati da Dio e quindi siamo spiritualmente morti. Questa situazione comporta anche la morte fisica, ma non solo quella: Adamo ed Eva hanno lasciato in eredità a noi il loro essere infranto e peccaminoso e questo fino al giorno d’oggi. Perciò, come per mezzo di un solo uomo il peccato è entrato nel mondo, e per mezzo del peccato la morte, e così la morte è passata su tutti gli uomini, perché tutti hanno peccato. (Romani 5,12)  Da notare la parola molto importante "tutti". Tutti compresi. Siamo peccatori e dobbiamo morire. Se diciamo di essere senza peccato, inganniamo noi stessi, e la verità non è in noi. (1. Giovanni 1,8)  La nostra vita lo dimostra e le dichiarazioni della Bibbia sono vere.

Viviamo come piace a Dio?

Sei sempre sincero, amorevole ed altruista, quindi completamente senza colpe? Dio conosce la risposta a questi interrogativi, e se sei sincero, le sai anche tu. Tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio. (Romani 3,23)  Ogni essere umano è un peccatore dalla sua nascita, di sua natura e a motivo del proprio operato a causa delle sue scelte. Ne sei anche tu consapevole?

Puoi scaricarti le 12 lezioni in formato PDF senza nessun costo.

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok