Se le nostre opere non servono per essere salvati, come possiamo farcela di andare in cielo? C’è una speranza? Per rispondere a questa domanda, dobbiamo capire quello che con la morte di Gesù è successo e cosa potrà significare per noi.

Proprio perché Dio è giusto e santo deve punire il nostro peccato.

Però la Bibbia ci dice altrettanto: Dio è amore. (1. giovanni 4,8)  Dio odia il peccato, ma Lui ama il peccatore e vuole perdonarlo. Dunque, come possiamo sperimentare il perdono se la giustizia di Dio esige la morte del nostro corpo e la morte spirituale? Dio solo riesce a risolvere questo problema e questo avviene per mezzo della persona Gesù Cristo. Il Padre ha mandato il Figlio per essere il Salvatore del mondo. (1. Giovanni 4,14)

Lektion9 BuchIl Figlio di Dio diventa uomo

Nonostante Gesù fosse uomo, possedeva ancora il suo carattere divino. In Cristo abita corporalmente tutta la pienezza della Deità. (Colossesi 2,9)  Gesù Cristo è particolare. La Bibbia lo annuncia ripetutamente.

La sua nascita era particolare

Lui non aveva un padre umano. Tramite la forza sovrannaturale dello Spirito Santo venne concepito in un corpo di una vergine. Lo Spirito Santo verrà su di te e la potenza dell’Altissimo ti coprirà dell’ombra sua; perciò, anche colui che nascerà sarà chiamato Santo, Figlio di Dio. (Luca. 1,35)

Le sue parole erano particolari

Ed essi si stupivano del suo insegnamento perché parlava con autorità. (Luca 4,32)

I suoi prodigi erano particolari

Quando Gesù fù interpellato di legittimare le sue azioni, indicò il suo operato: I ciechi recuperano la vista e gli zoppi camminano; i lebbrosi sono purificati e i sordi odono; i morti risuscitano e il vangelo è annunciato ai poveri. (Matteo 11,5)

L’intera sua vita era particolare

Infatti non abbiamo un sommo sacerdote che non possa simpatizzare con noi nelle nostre debolezze, poiché egli è stato tentato come noi in ogni cosa, senza commettere peccato.. (Hebräer 4,15)  Questo versetto conferma che Gesù ha obbedito la legge in tutti gli aspetti. Quindi non avrebbe dovuto patire la punizione del peccato, ossia la morte. Nonostante, sotto false accuse, lo arrestano. Per causa di dichiarazioni di falsi testimoni viene condannato e messo in croce in un luogo vicino a Gerusalemme. La sua morte non è stato un „caso infelice“. Ma altrettanto voluto da Dio. (Att 2,23)  Il Padre mandò suo Figlio con l’obiettivo di prendere su di sé la punizione del peccato. È stata sua scelta di intraprendere questa strada. Lui non è venuto per essere servito, ma per servire e per dare la sua vita come prezzo di riscatto per molti. (Matteo 20,28)

La sua morte fu altrettanto particolare e piena di significato come la sua vita.

La via della redenzione in Gesù Cristo possiamo riassumerla con queste parole prese dalla Bibbia: Perché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna. (Giovanni 3,16)  Sai che tutti i racconti intorno a Gesù Cristo puoi leggerli nei primi quattro libri del Nuovo Testamento?

Puoi scaricarti le 12 lezioni in formato PDF senza nessun costo.

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok